Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Il Parlamento non è un optional

                                                     

Oggi il premier Berlusconi, di fronte a chi gli contestava l'eccesivo uso dei decreti legge, ha dichiarato, con aria di sfida, "utilizzeremo sempre di più lo strumento dei decreti legge". Questo perchè, secondo il premier, perseguire questa strada garantisce più efficienza.

Sarà, ma il Parlamento esiste per un motivo. Discutere e migliorare i provvedimenti proposti dal Governo, così come quelli dell'opposizione, dando la possibilità a tutti i disegni di legge di essere discussi e non di essere accantonati per sempre. I decreti legge sono strumenti eccezionali, per procedure urgenti. Ma il Governo Berlusconi sta procedendo quasi esclusivamente per decreti legge, sui quali spesso pone anche la fiducia. Un modo di procedere certo non giustificabile per una maggioranza con numeri così schiaccianti.

Non è accettabile un simile aggiramento delle procedure democratiche. Si vogliono velocizzare i tempi del Parlamento? Bene, lo si faccia: si modifichino i regolamenti parlamentari, si elimini il bicameralismo perfetto, si diminuisca il numero di parlamentari. Ma non si aggiri il problema troncando la discussione.

Il Parlamento non è un optional. Per niente. E non lo si può sacrificare in nome di una presunta efficienza.

www.discutendo.ilcannocchiale.it

Pubblicato il 1/10/2008 alle 19.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web