Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Liberalizzare, la strada giusta / 2

                         

Una ventina di giorni fa vi avevo parlato della possibilità di acquistare il primo farmaco con il marchio del distributore, con forti possibilità di risparmio (in questo caso una "aspirina" Coop dal costo di 2 euro contro i circa 6 euro dell'aspirina "classica"). Oggi vi parlo di un altro effetto delle cosiddette "liberalizzazioni Bersani", stavolta quella riguardante la liberalizzazione del mercato della distribuzione di benzina: da ieri presso il nuovo distributore di benzina Leclerc-Conad di Baggiovara di Modena è possibile comperare benzina verde "Conad" a 1.39 euro al litro, contro la media nazionale di 1.51 euro al litro. Insomma, un risparmio di ben 12 centesimi al litro, circa 6 euro per pieno.

In realtà esistevano già altri tre distributori del genere con il marchio Leclerc-Conad che, secondo la catena, hanno consentito sinora agli automobilisti un risparmio di 1.800.000 euro. Risparmio che potrebbe arrivare fino a 15 milioni di euro, con 24 distributori attivi in tutta Italia, se le procedure per l'autorizzazione fossero più veloci e non demandate alle Regioni che, forse per eccessivo "zelo", ma probabilmente per interessi particolari, rallentano le procedure.

Così come per i farmaci, dunque, sebbene queste non siano certo queste le "grandi liberalizzazioni" che si dovrebbero fare, sono comunque un ottimo modo per diffondere concorrenza e risparmio nella vita di tutti i giorni. Per questo mi auspico che questo Governo, che si definisce "liberale", prosegui su questa strada, migliorando le stesse liberalizzazioni Bersani e iniziando quelle "forti". Non lasciandosi andare a tendenze protezioniste controproducenti.

Pubblicato il 29/5/2008 alle 19.13 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web