Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Il vero boicottaggio efficace

                      


In questi giorni, di fronte alla repressione in Tibet (finalmente, dopo le 5mila condanne a morte all'anno, le discriminazioni religiose, la fortissima censura, anche su Internet), si è parlato spesso di boicottaggio, come giusta reazione al regime cinese.

Io penso che il boicottaggio non serva a niente. Per vari motivi:
- il boicottaggio, come insegnano le precedenti esperienze (Montreal '76, Mosca '80 e Los Angeles '94) per "funzionare" dovrebbe essere "globale". E, invece, già si sa per certo che Bush e gli USA parteciperanno dappertutto, anche alla cerimonia d'apertura (mentre per quest'ultima situazione oggi c'è stata una prima apertura di Sarkozy);
- anche nell'ipotesi che il boicottaggio sia globale, la storia insegna che queste occasioni di grande impatto mediatico, soprattutto in paesi dove il regime controlla tutte le fonti d'informazione (persino Internet), sono facilmente strumentalizzabili dai regimi. Il regime cinese facilmente direbbe: "Visto? Il mondo ci odia, perchè siamo forti, economicamente e moralmente" ed altre assurdità simili (o come Mussolini quando lanciò la "sfida alle quaranta Nazioni" quando la Società delle Nazioni boicottò l'Italia per l'invasione dell'Etiopia);
- la Cina è un paese enorme, autosufficiente su tutto: boicottaggi, di qualsiasi tipo, non danneggerebbero minimamente l'economia cinese;
- zittire lo sport e i suoi valori è un cattivo esempio che non possiamo permetterci di dare.

Cosa fare allora? Stare a guardare? Assolutamente no. La cosa più giusta da fare è sfruttare proprio il grande impatto mediatico delle Olimpiadi per risvegliare le coscienze dei Cinesi, attraverso una serie di gesti simbolici. Bene così. Sono annunciate manifestazioni del genere per tutto il percorso della fiaccola. Benissimo. Qualche atleta annuncia gesti simbolici durante le Olimpiadi: benissimo.
Le Olimpiadi le guarderanno tutti i Cinesi. QUale occasione migliore per trasmettere messaggi di libertà e democrazia?

Pubblicato il 25/3/2008 alle 21.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web