Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Auguri di Buona Pasqua (con riflessione su P.Pilato)

                 

Nel farvi gli auguri di una Serena e Felice Pasqua, vi invito a riflettere su questo passo del Vangelo riguardante la passione di Cristo:

A ogni festa, il governatore era solito rimettere in libertà per la folla un carcerato, a loro scelta. In quel momento avevano un carcerato famoso, di nome Barabba. Perciò, alla gente che si era radunata, Pilato disse: «Chi volete che io rimetta in libertà per voi: Barabba o Gesù, chiamato Cristo?». Sapeva bene infatti che glielo avevano consegnato per invidia. Mentre egli sedeva in tribunale, sua moglie gli mandò a dire: «Non avere a che fare con quel giusto, perché oggi, in sogno, sono stata molto turbata per causa sua». Ma i capi dei sacerdoti e gli anziani persuasero la folla a chiedere Barabba e a far morire Gesù. Allora il governatore domandò loro: «Di questi due, chi volete che io rimetta in libertà per voi?». Quelli risposero: «Barabba!». Chiese loro Pilato: «Ma allora, che farò di Gesù, chiamato Cristo?». Tutti risposero: «Sia crocifisso!». Ed egli disse: «Ma che male ha fatto?». Essi allora gridavano più forte: «Sia crocifisso!». Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi che il tumulto aumentava, prese dell’acqua e si lavò le mani davanti alla folla, dicendo: «Non sono responsabile di questo sangue. Pensateci voi!»

Da questo passo si possono trarre molteplici insegnamenti. Innanzitutto, la volubilità e facile influenzabilità della folla, capace di chiudere gli occhi sui criminali se influenzata e indottrinata in quel verso, con la totale assenza di una volontà propria. Ma, sopratutto, la decadenza della classe dirigente, ridotta a semplice esecutrice della volontà (si fa per dire) popolare, incapace di prendere provvedimenti impopolari. Decadenza segnata da quel gesto del "lavarsi le mani" (in realtà comune sia a Pilato che alla folla), divenuto simbolo di quell'annullamento della dignità umana che è l'ignavia.

E pensare che nel frattempo sono passati 2000 anni..........

Pubblicato il 23/3/2008 alle 19.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web