Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Il Secolo: "Sanremo a misura di Prodi"

                           

L'altro giorno Pippo Baudo ha comunicato i cantanti ammessi per Sanremo 2008. E, immancabile, arriva la protesta degli esclusi. Con una novità: quest'anno la polemica è di carattere politico. Infatti, il "Secolo", quotidiano di Alleanza Nazionale, ha titolato "Sanremo a misura di Prodi".

"E' una storia che si ripete ogni anno, specie se a condurre la kermesse è Pippo Baudo". "Spulciando fra i cantanti ammessi, si capisce che molti hanno il "patentino" richiesto": e qui il "Secolo" cita Michele Zarrillo ("che ha scritto in passato una canzone contro Berlusconi"), Sergio Cammariere ("che vanta una certa militanza"), Loredana Bertè ("orgogliosamente comunista"), Federico Zampaglione ("un altro allineato"). Mentre "è inutile soffermarsi su Eduardo Bennato, Frankie Hi Nrg, Max Gazzè". E persino "una cantante non di sinistra come Anna Tatangelo parlerà dei gay". Inoltre, sostiene il quotidiano di AN, "Povia e Baccini sono stati esclusi perchè di destra".

Beh, che Povia fosse di destra, che si poteva già intuire dalla sua partecipazione al Family Day, è confermato dalla sua stessa dichiarazione, che ricalca quella del "Secolo". Ma Baccini? Rileggetevi questa intervista sul suo album "Forza Francesco" del 2001, e verificate. Comunque, basta questo stralcio: "credo sia naturale che un artista difficilmente sia di destra, perché la destra è contro certi ideali di libertà di espressione, di tolleranza e quindi naturalmente sei portato ad essere di sinistra". Uno così vi sembra di destra?

E poi, se sono Povia e Baccini quelli destra, allora gli altri esclusi sono di sinistra? (per la cronaca: Alexia, Omar Pedrini, Pacifico, Dik Dik, Tony Dallara-Teo Teocoli, Teddy Reno, e altri tentati "ritorni"). Se fosse così, allora il problema sarebbe che i cantanti sono per loro natura di sinistra.

Insomma, il ragionamento del "Secolo" non quandra. L'ennesima cretinata, quindi, che ci ha fatto ricordare le dichiarazioni di Berlusconi, "In Rai solo se di sinistra o se ti prostituisci". E scusate la battutta, allora Vespa è un gigolò?

Pubblicato il 9/1/2008 alle 19.17 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web