Blog: http://discutendo.ilcannocchiale.it

Gay e lesbiche peggio di terroristi e dittatori ... (???)

                       

Negli ultimi giorni stanno tornando "di gran moda" i temi etici. Grazie all'ennesima ingerenza del Cardinale Ruini (capo della CEI) nella vita laica (?) e democratica italiana, con la sua richiesta al Parlamento di una revisione della legge 194 sull'aborto, e a pensarci bene anche in quella spagnola, visto il cosidetto "Family Day" spagnolo, messo in piedi dai vescovi spagnoli e appoggiato da Papa Ratzinger con un suo messaggio "di vicinanza".

Tra l'altro, Papa Ratzinger ha dichiarato negli ultimi giorni che "la negazione o anche la restrizione dei diritti della famiglia minaccia gli stessi fondamenti della pace" poichè "la famiglia naturale, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna è culla della vita e dell'amore e la prima e insostituibile educatrice alla pace". Frasi evidentemente riferite a chi nel mondo combatte per i diritti delle coppie omosessuali. Frasi altrettanto evidentemente sbagliate o comunque imprecise.

Innanzittutto, non si capisce per quale motivo il riconoscimento dei diritti alle coppie omosessuali possa negare o anche restringere in minima parte i diritti della famiglia "tradizionale".

In secondo luogo, non è corretto dire che la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna è culla della vita, dell'amore e della pace. O meglio, la famiglia "tradizionale" dovrebbe esssere la culla della vita, dell'amore e della pace. Ma non è sempre così: o tutti coloro che delinquono, che sfruttano gli altri, che uccidono, che minacciano la pace sono nati orfani? Ovviamente, qualcuno potrebbe dire che queste persone non hanno avuto una famiglia capace di infondergli quei valori indispensabili per una vita civile. E allora giungiamo al nocciolo della questione: non è il legame uomo-donna in sè per sè a determinare quelle condizioni indispensabili per una vita civile, ma i valori che questo legame deve saper dare, nella coppia e agli eventuali figli. Valori, come il rispetto e l'amore per il prossimo, che possono esistere anche nelle coppie omosessuali, così come in qualsiasi tipo di legame interpersonale, come l'amicizia. O solo la famiglia tradizionale ne ha il copyright? Una coppia gay "minaccia la pace mondiale" solo perchè è una coppia gay? O forse anche la maggioranza delle coppie gay, come la maggioranza (e non la totalità) delle coppie "normali", è capace di possedere e diffondere questi valori?

Pubblicato il 3/1/2008 alle 17.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web