.
Annunci online

il blog di Francesco Zanfardino
Eppur si muore
post pubblicato in Diario, il 30 dicembre 2009


                                         

"Non voglio augurare nien­te a nessuno anzi, spero che non capiti mai a nessuno quello che è ca­pitato a me. Però se un politi­co si rendesse conto della sof­ferenza che abbiamo noi qua a letto, che non possiamo ne­anche grattarci un orecchio, non lo so se tanti la pensereb­bero lo stesso nel modo in cui ne stanno discutendo in que­sti giorni. Vogliono togliere la possibilità e l’autonomia alla persona di decidere della pro­pria vita. Per questo a tutte le persone che mi conoscono e che mi vedono, chiedo di fare qualcosa. Di aiutare non tanto me, che non so quanto mi ri­marrà ancora da vivere, ma tutti quelli che verranno do­po di me". Questo è Renzo Betteti, 62, malato di SLA, giusto un mese fa. Oggi è morto, dopo aver rifiutato la tracheotomia che lo avrebbe tenuto in vita ancora per un po', in condizioni però sempre peggiori.

Lui ce l'ha fatta a vedersi realizzata la sua volontà, la sua lecita (giusta o no, dipende dalla coscienza di ognuno di noi) volontà. Ma tanti altri Italiani non possono fare altrettanto, perchè non hanno la fortuna di poter respingere questi trattamenti, perchè incoscienti. A questo servirebbe il testamento biologico, ma la politica, dopo le promesse successive all'ondata di commozione colletiva per la vicenda Eluana, in questi dieci mesi non è riuscita a fare un bel niente. Ecco, a proposito di "riforme condivise" ... cominciare da qui, anzichè dai problemi giudiziari di Berlusconi, non sarebbe male.

www.discutendo.ilcannocchiale.it 

Sfoglia novembre        gennaio
calendario
rubriche
links
tag cloud
ultimi commenti
cerca